Il Centro con La Lectura Dantis Scaligera si propone di contribuire allo sviluppo e all’apprendimento degli studi danteschi in vista del Settimo Centenario della morte del Poeta.

Anno Accademico 2021/22

Torna all'elenco

Lunedì 13 Dicembre 2021, ore 15.30, presso la sede di Corte Sgarzarie e in modalità remota su piattaforma ZOOM

Collocazione dei beati nella candida rosa: coloro che credettero in "Cristo venturo", in "Cristo venuto" e nel gruppo di bimbi innocenti salvati dal Battesimo. Disposizione interiore del Poeta alla "santa orazione": Paradiso, canto XXXII

prof. Gregorio Monasta

Canto che individua l’ordine strutturale della terza cantica come il IX dell’Inferno è il XVII del Purgatorio per le rispettive cantiche.
Nella Candida rosa i beati vengono sistemati secondo l’ordine temporale in cui sono vissuti prima e dopo Cristo. Antico e Nuovo Testamento in due emicicicli il cui punto di spartizione nel gradino supremo è occupato da Maria e Giovanni Battista, partecipi in vita di Antico e Nuovo Testamento.
Sotto i due sono disposte verticalmente: le “madri” del popolo ebraico sotto Maria, i “padri” del popolo  cristiano (Francesco, Benedetto, Agostino) sotto il Battista.
Bernardo indicherà poi a Dante una suddivisione in senso orizzontale in cui la seconda sezione è occupata dai bambini e la prima dagli adulti. Tuttavia, anche le anime dei bambini occupano gradini differenti a causa del differente grado di grazia di cui sono state dotate.
L’ultima sezione del canto è occupata dalla contemplazione di Maria, degli angeli che volano intorno alla sua regale figura, di Pietro e Adamo che si siedono ai lati a loro volta affiancati da Mosé e Giovanni Evangelista. Nel lato opposto Bernardo indica Anna e Lucia.
Ma sta per terminare il tempo della visione del Paradiso, perché si avvicina il tempo della contemplazione di Dio, che verrà concessa per intercessione della Vergine che Bernardo sta per invocare mentre Dante la pregherà con il cuore. 



VAI AL VIDEO 

Opere di pregio

Il Centro Scaligero degli Studi Danteschi e della Cultura Internazionale dispone di una serie di fac-simili di codici e manoscritti, di copie anastatiche, di stampe antiche originali.