Il Centro con La Lectura Dantis Scaligera si propone di contribuire allo sviluppo e all’apprendimento degli studi danteschi in vista del Settimo Centenario della morte del Poeta.

Anno Accademico 2020/21

Torna all'elenco

Lunedì 08 Febbraio 2021, ore 15.00 (in modalità a distanza)

Sui voti mancati: volontà assoluta e volontà relativa; Paradiso, canto IV

prof.a Carmela Puntillo

Vv 1-12: Descrizione, attraverso tre paragoni, dello stato d'animo del Poeta che non riesce a esprimere il proprio desiderio di approfondimento.
Vv 13-114: Beatrice scioglie i due quesiti di Dante, che sono: il luogo dei beati dopo la morte e il tema della libertà assoluta e di quella relativa.
Quinta lezione teologica di Beatrice: tutte le anime sante, dai serafini ai beati della Luna, hanno la loro sede eterna nell'Empireo. Sbaglia Platone nel Timeo perché le colloca nei vari pianeti.
Quanto alla libertà, l'argomentazione è questa: nessuno può fare violenza alla libertà dell'uomo, quando egli è disposto anche a morire per essa. Quando invece l'umana paura viene sopraffatta dalla violenza, si ha la libertà relativa, perché "salda voglia è troppo rara".
Vv 115-142: il Canto si conclude con le appassionate parole di ringraziamento a Beatrice e con l'alta riflessione di Dante su verità e dubbio e sulla richiesta del Poeta di sapere se l'uomo può soddisfare con altri suoi beni alla libertà relativa. Lo sfolgorare degli occhi di Beatrice pieni di Dio, cioè di Amore, fa quasi svenire il Poeta. 

Opere di pregio

Il Centro Scaligero degli Studi Danteschi e della Cultura Internazionale dispone di una serie di fac-simili di codici e manoscritti, di copie anastatiche, di stampe antiche originali.